Legge di stabilità 2018: le principali novità

Home / Eventi / Legge di stabilità 2018: le principali novità

Evento

//

Abolizione scheda carburante, proroga super-ammortamento, incentivi all'occupazione giovanile sono solo alcune delle novità introdotte dalla nuova Legge di stabilità 2018. Di seguito proponiamo una panoramica delle principali.


Stop Iva e accise
Vengono neutralizzate completamente le clausole di salvaguardia, in modo da evitare aumenti delle aliquote dell’Iva e delle accise.


Proroga super e iper-ammortamento
Riconfermato, per il 2018, il super-ammortamento, ma con un taglio di 10 punti percentuali rispetto agli anni precedenti: ciò significa che si potrà beneficiare di una maggiorazione solo del 30% del costo di acquisto; resta invariato quanto disposto in relazione all’iper-ammortamento del 250% per gli investimenti legati all'industria 4.0.

Obbligo POS

Diventa definitivo l’obbligo di mettere il POS a disposizione dei propri clienti, per effettuare pagamenti tracciabili. A breve verranno precisate le sanzioni , per chi non si è adeguato.

 

Abolizione scheda carburante

Dal 1° luglio verrà abolita la “scheda carburante”  e si dovrà pagare il rifornimento  tramite carta di credito o carta prepagata per poter usufruire della deducibilità/detraibilità. A partire dalla medesima data scatta anche il divieto di pagare gli stipendi in contanti; si dovrà provvedere mediante assegno o bonifico, per consentire la tracciabilità dei pagamenti.

Sostegno investimenti PMI(Nuova Sabatini)

Per assicurare continuità operativa e qualificare maggiormente gli investimenti in chiave “Industria 4.0.” è prorogata la misura di promozione delle piccole e medie imprese nota come “Nuova Sabatini”.

Incentivo strutturale per l’occupazione giovanile stabile

A decorrere dal primo gennaio 2018 i datori di lavoro del settore privato che assumono giovani con contratti a tutele crescenti beneficeranno di uno sconto triennale sui contributi previdenziali pari al 50% (esclusi i lavoratori domestici).

Nuovo ecobonus, bonus giardini e detrazioni per abbonamenti bus e treni

Piccola revisione dell'ecobonus, cioè delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazione che aumentano l'efficienza energetica degli edifici; le detrazioni per le spese su finestre e caldaie a condensazione scendono dall'attuale 65 al 50%. Viene, inoltre, introdotta per la prima volta una detrazione del 36% sull'irpef per le spese affrontate per la cura di giardini e terrazzi. È previsto, anche uno sconto sull'irpef anche sulle spese sostenute per gli abbonamenti ai servizi di trasporto locale, sempre con una detrazione del 19% che verrà calcolata su un importo massimo di 250 euro.

 

Vuoi saperne di più? Puoi scrivere una mail a info@afarc.it.

 

 


Fonte: Panorama, FiscoeTasse

Altri eventi

Calendario eventi

Orario uffici

  • Lunedì - VenerdìDalle 9:00 alle 12:30
  • SabatoDalle 9:00 alle 12:00
  • DomenicaChiuso
  • Telefono0532/465720