Lorenzo Baraldi, una vita a fumetti

Blog

Home / Blog / Lorenzo Baraldi, una vita a fumetti

Ferrarese, 58 anni, Lorenzo Baraldi si occupa, ormai da trent'anni, di editoria. “Non posso definirmi un agente di commercio al 100% anche se a livello logistico e contrattuale ci somigliamo. Il mio lavoro consiste nel seguire i gruppi editoriali e, in minima parte le librerie, attraverso la consulenza diretta, commerciale e di promozione di una particolare categoria: il fumetto”.

Un azienda madre di promozione libraria con sede a Milano e una specializzazione nel campo fumettistico permettono a Lorenzo di interfacciarsi con colossi come Mondadori, Feltrinelli ed Amazon. “Il mio lavoro si sviluppa principalmente da casa, quando mi sposto raggiungo il Milanese dove ha sede l'azienda per la quale lavoro e i principali editori”.

Un mestiere quasi di nicchia per un filone letterario che negli ultimi anni ha riservato sorprese. “Il fumetto è tornato prepotentemente sul mercato negli ultimi dieci anni e le librerie hanno ricominciato ad acquistarli ampliando di fatto un mercato che era da sempre legato alle edicole. Una distribuzione differente che ha portato respiro e diffusione di questi genere creativo ed originale che ha visto in incremento che sfiora il 25/30%”.

Vicissitudini lavorative che gli hanno permesso anche di incrociare un grande della fumettistica italianaHo avuto la possibilità di conoscere Makkox, un estroso artista che ora collabora con grandi testate giornalistiche, posso vantare di una caricatura fatta proprio da lui”.

Cookies policy

A.F.A.R.C., utilizza i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione fatte dall’utente in modo da offrire la migliore esperienza sul proprio sito. Inoltre, A.F.A.R.C., si riserva di utilizzare cookies di parti terze. Per avere maggiori informazioni e conoscere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l’utente accetta l’uso dei cookies. Per proseguire conferma di aver preso visione di questo avviso cliccando sul tasto qui sotto o su qualsiasi altra parte del sito.”