Sonia Frioni e il Centro Acustico dell'Adriatico

Blog

Home / Blog / Sonia Frioni e il Centro Acustico dell'Adriatico

Protesi acustiche di ultima generazione e uno staff preparato e professionale tutto al femminile sono gli ingredienti che fanno grande il neo nato Centro Acustico dell'Adriatico a San Giuseppe di Comacchio.

L'imprenditrice Sonia Frioni affiancata dalla Dott.ssa Federica Zurlo, riconosciuta audioprotesista e dalla giovane presenza di Serena Cavalieri, ha scommesso su questo progetto che punta all'eccellenza sul territorio.

La parte di più bella di questo lavoro è il rapporto che si instaura con i clienti e questo mi ha fatto innamorare di ciò che faccio tutti i giorni con il cuore. E' gratificante aiutare le persone a stare meglio e stupirsi assieme a loro quando ti raccontano che, dopo tanto tempo, riescono a sentire distintamente il rumore della pioggia o le onde del mare. Ricominciano a vivere”.

Il centro acustico dell’Adriatico può fornire apparecchi acustici anche in in convenzione gratuita a coloro che si presentano con regolare documentazione Usl. “I problemi legati all'udito sono spesso sottovalutati ma in continuo incremento, si pensi all'utilizzo smodato di cuffie auricolari e all'esposizione frequente a suoni e rumori ben oltre la soglia di decibel consentiti”.

Nella quotidianità si effettueranno prove audiometriche gratuite per tutti e, grazie alla rete di contatti con i medici del territorio, si potranno insieme risolvere le problematiche ipoacusiche anche gravi.

 

Cookies policy

A.F.A.R.C., utilizza i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione fatte dall’utente in modo da offrire la migliore esperienza sul proprio sito. Inoltre, A.F.A.R.C., si riserva di utilizzare cookies di parti terze. Per avere maggiori informazioni e conoscere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l’utente accetta l’uso dei cookies. Per proseguire conferma di aver preso visione di questo avviso cliccando sul tasto qui sotto o su qualsiasi altra parte del sito.”